dal forum‎ > ‎

Per la strada - Termini e Ostiense - 4/4

pubblicato 5 apr 2020, 06:09 da Giorgio Capuani

ieri a Termini circa 100 persone, distribuzione abbondante e tranquilla

Ostiense... circa 60 persone, distribuzione sufficiente, ma alcuni volontari nuovi (aggregati al gruppo di turno) hanno creato confusione iniziando prima che il  servizio d'ordine avesse imposto le distanze. Poi hanno distribuito a caso, senza sentire ragioni. 

Si è affacciato l'addetto alla sicurezza ACEA dicendo ad alta voce che chiamava la Polizia. Poi ha chiesto con chi parlare, mi sono presentata io.  Vi riporto il dialogo (comunicazione oggettiva e sintetica: il guardiano parte in quarta poi si rassegna); può servire ? 

guardiano, a voce alta: «non potete stare qui, ora chiamo la Polizia»

io: «associazione Per la Strada, regolarmente iscritta; abbiamo il permesso del Comune e della Regione per fare questo servizio» 

guardiano, scocciato: «ma che servizio!?» 

io: «portare la cena a chi vive per strada»

guardiano: «ma non qui davanti, questa è Acea» 

io:«questa aiuola è luogo pubblico»

guardiano, più tollerante, indicando la rampa di accesso alla palazzina: «qui passano le persone» 

io: «a quest'ora non passa nessuno e tra cinque minuti andiamo via» 

guardiano, rassegnato: «comunque ho chiamato la Polizia»

io, calma:«stiamo qui, aspettiamo la Polizia»  

Ecco i problemi  

  • i volontari nuovi non erano identificabili e si  sono mischiati subito agli ospiti per farli stare seduti, senza aspettare il nostro arrivo.  
  • avevano parcheggiato davanti all'ingresso Acea e si creavano momenti di assembramento per il prelievo delle buste ed assistiti che ci provavano, ma subito dissolti 
  • a fine servizio, dopo il contatto col guardiano, i volontari nuovi volevano sentire - tutti vicini a me. Ho alzato la voce: «andatevene a casa subito» 

Si sono dileguati, ma in quel momento la multa sarebbe stata legittima.  Abbiamo atteso in tre per venti minuti l'arrivo della Polizia, che non si è vista.

Comments